Blog: http://rikkMoCinema.ilcannocchiale.it

Recensione: "The reader" di Stephen Daldry

Curioso il caso di Stephen Daldry.. altrochè benjamin Button..
Il regista inglese non sbaglia un film.. ne ha girati 3 e oltre a questo gli altri due erano.
"Billy Elliot" e "The Hours", tutti pluricandidati all'Oscar.. Quest'ultimo è il film più bello
dell'anno secondo il mio umile pensiero. Con una Kate Winslet mai così brava..ma che dico?
Brava come in "Eternal Sunshine". E finalmente l'Academy l'ha premiata con un Oscar 
meritato. Il film tratto da un romanzo, parla dell'attrazione tra un sedicenne e una trentenne nella Berlino del dopoguerra. Non mancano le scene di nudo e anche quelle hot ma non sono per niente scabrose. Tutto merito di un regista delicato e di una fotografia azzeccatissima.
Hanna Schmitz, ex guardiana ad Auschwitz, viene dopo qualche anno condannata a 20 anni di prigionia anche se non era l'unica colpevole. Solo per vergogna, una vergogna che si porterà fino alla morte e che il ragazzo che ha amato potrebbe rivelare per salvarla.
Film delicato, un film molto parlato e lento che però non ti stanca mai, anzi ti tiene sempre ben preso dallo svolgersi degli avvenimenti, recitato magistralmente anche da Ralph Fiennes che vorremmo vedere di +.
Finalmente Kate Winslet, ha il ruolo che si merita è la nuova Meryl Streep.

Pubblicato il 1/3/2009 alle 16.44 nella rubrica CINEMA.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web